Area Abbonati
LoginPassword
DOI 10.1721/1081.11859 
GIFAC 2011;25(1):25-38





Per visualizzare il testo completo effettuare l'accesso


La variabilità delle/dei pazienti come "novità" chiave nel dolore

Daniela Sichetti, Marilena Romero

RIASSUNTO: Il lavoro che di seguito si presenta si propone un aggiornamento sul problema del dolore alla luce delle più recenti raccomandazioni e pubblicazioni. Vengono esaminate le diverse tipologie di dolore,
classificate sulla base dell’insorgenza e della durata in dolore acuto (con riferimento specifico alla fase postoperatoria) e cronico, e nell’ambito di quest’ultimo in dolore oncologico e non oncologico, con lo scopo di confrontarne le caratteristiche epidemiologiche, cliniche e terapeutiche e la loro gestione assistenziale.
Per tutte e tre le tipologie di dolore le novità relative ai trattamenti farmacologici sono poche, mentre la vera novità riguarda la gestione
complessiva del problema: attenzione al paziente, strategia multimodale e multidisciplinare, integrazione assistenza-ricerca.
Il programma ECAD_O (Epidemiologia clinico-assistenziale del dolore in ospedale) rappresenta un modello di ricerca integrato nella realtà
assistenziale che risponde in maniera soddisfacente ai problemi che la
gestione quotidiana del dolore pone, in conformità alle più recenti raccomandazioni.

PAROLE CHIAVE: Dolore; Paziente; epidemiologia; terapia analgesica; integrazione; assistenza-ricerca

Il Pensiero Scientifico Editore
Riproduzione e diritti riservati  |